Guida low-cost alla visita di Londra


V. 1.3 del 26.11.2008
Guida alla visita di Londra cercando di vedere molto e spendere poco.
Giorni impiegati: 3 (da venerdì mattina a domenica sera).
Il blog verrà man mano modificato anche con gli itinerari, le visite ai musei, e i dettagli utili nella city.

VOLO:
Prenotare un volo Ryan-Air almeno 2 mesi prima della partenza, fa costare il volo stesso molto molto poco. Un’ andata e un ritorno comprese le tasse aeroportuali vanno a costare tra i 60 € e i 70 € con bagaglio a mano. Lo stesso giorno con noi c’era gente che aveva pagato il volo 400 €! Fatevi furbi!

CONVIENE:
Conviene sicuramente portarsi un bagaglio in stiva, magari lasciandolo parzialmente vuoto, visto che si possono riportare da Londra i propri acquisti (fatti nella città o nel check-in dell’aereoporto). Il bagaglio in stiva, si può pagare con carta di credito (No AMEX).
Se si prenota il trasporto del bagaglio in stiva on line, il costo del trasporto è di 5 € o 3 sterline (a seconda se si parte dall’Italia o da Londra), altrimenti direttamente all’aeroporto si pagano 10 € o 7 sterline.
Conviene inoltre già comperare in Italia il biglietto andata e ritorno del pullman TERRAVISION che porta dall’aeroporto di StanSted fino a Victoria Station e ritorno. Il costo del biglietto è di 14 sterline.

PARCHEGGIO
L’aereoporto di Treviso è ben servito da parcheggi coperti e scoperti a pagamento. Lasciare l’auto in un parcheggio scoperto per due notti e tre giorni costa circa 20 €.

DOCUMENTI x l’imbarco:
per l’imbarco serve un documento con fotografia: carta d’identità o passaporto o patente europea (i documenti devono essere non scaduti)

TEMPI x l’imbarco:
con le nuove norme europee è necessario essere in aeroporto almeno 2 ore prima. La maggiorparte dei tempi è assorbita dai controlli (via scarpe, cinture)

PUNTUALITA’ VOLI – OK!:
incredibile la puntualità di Ryan-Air; dopo che a Londra le compagnie Low-Cost si sono costruite Stansted, i voli partono e arrivano in perfetto orario. Una tratta Treviso-Londra impegna 1,50 ore di volo. Ricordarsi che a Londra l’ora è posizionata su GMT (e quindi è pari a -1 rispetto a noi).

ARRIVO a LONDRA:
Arrivati all’aeroporto di StanSted, si deve iniziare il primo giorno di camminata: passare le barriere di sicurezza, e arrivare fino agli autobus porta via un’oretta buona.
La mattinata quindi è andata… anche perchè c’è l’ora e un quarto di viaggio in pullman. Il biglietto comperato in Italia (quello della terravision), va convertito con una stampa andata e ritorno (da CONSERVARE!! altrimenti per tornare dovete ripagare!)

I PAESAGGI:
già durante il viaggio in corriera si può assistere ad un bellissimo paesaggio di campagna che costeggia la superstrada e si inizia a familiarizzare con la guida a sinistra tipica degli anglosassoni. In corriera si potranno notare arrivando a Londra: la ruota panoramica, il Big Ben, il tower bridge, the tower of london.

ARRIVO A LONDRA:
Arrivati a Victoria Station, facciamo conoscenza con la metropolitana, uno strumento essenziale e utilissimo per viaggiare.
Un biglietto per una corsa costa 3 sterline (un salasso!), ma un abbonamento alle zone 1 e 2 della città (praticamente quelle che contengono il 90% dei musei e delle cose da vedere) della durata di 3 giorni, costa 15,40 sterline: i viaggi sono illimitati e la macchina qui può essere veramente dimenticata. Inoltre tale abbonamento da diritto anche ad usare gli autobus, che sono utili per raggiungere direttamente molte chiese.

LA METOPOLITANA:

Facciamo conoscenza con la metropolitana: il mitico trenino che viaggia sottoterra raggiunge in pochi minuti qualsiasi parte di Londra. Alcune norme da ricordare:
1. Chiude alle 00.30 per cui se fate tardi, tornate a piedi
2. non potete fotografare, anche se non è indicato dai cartelli, per norma antiterrorismo. A green park vi è un bel corridoio tutto pieno di tessere di mosaico. Volevo fotografarlo, e mi sono trovato fermato da parte da 2 “vigilantes” (la british transport police) che hanno registrato le mie generalità e mi hanno verbalizzato la “tentata foto”: tale azione non ha avuto (finora) seguito.

ALBERGO:
Prima nota dolente rispetto alle nostre abitudini: diciamo che gli inglesi (rispetto a noi) non sono molti puliti… moquettes dappertutto, mancanza di bidet, camere non proprio pulite, e tutto è caro, molto caro!
L’albergo (…) dove abbiamo pernottato si chiama “Green Court Hotel” ed è a Earls Court vicino alla fermata della metro in Hogarth Road, 52.
Il costo di una camera a notte è di 45 sterline (circa 60 €). Se vi capita di andare non prendete la stanza al piano interrato: meglio quelle del primo piano. La colazione è decente e continentale.

PRANZI e CENE:
Le nostre abitudini alimentari vengono messe a dura prova: tutto fritto, Mc-Donald, Burger King, KFC. Più discreto “Pret a Manger” diffuso in tutta la città ma mangiare panini per 3 giorni è un po’ infame!
Andare alle steak house (carne ottima anche se cara), è un ottimo modo di fare un pranzo “slow food” (tutto qui è fast! Ci si siede difficilmente). Una cena di 4 persone in steak house ci costa 90 sterline comprese le mance, visto che tutti gli scontrini ci tengono a farci sapere che: “Service not included * All tips are shared between staff” e cioè che il servizio non è incluso e che le mance sono divise tra il personale.

PASTA, PIZZA e CAFFE:
:(( qui facciamo molta fatica a trovare qualcosa di decente… Pizza Hut fa le pizze tipo focaccia genovese (un po un surrogato di pizza). Per il caffè invece passare assolutamente da “caffè nero” che è una catena veramente italiana, dove addirittura ti scaldano la tazzina col vapore un po come facevano tempo fa anche in Italia. Il caffè e le macchine sono italiane, ed è il vero espresso. Per la pasta, non ho trovato dei posti dove mangiarla. Ho visto comunque fuori dalla metropolitana che porta al british museum 2 ristoranti italiani che forse possono essere “discreti”

LE PERSONE:
devo dire che ho trovato persone veramente cordiali: tutti ti lanciano la parola, chiaccherano e non ci sono pregiudizi razziali; sarà anche perchè la maggiorparte delle persone che servono nei bar e ristoranti sono pakistani, indiani e cinesi.

I PUB:
All’ingresso dei pub vi sono numerosi buttafuori che hanno lo scopo di verificare se abbiamo qualcosa di contundente o esplosivo . Resta infatti viva al paura di attentati tanto che per la città si trovano difficilmente cestini. L’immondizia è gettata per terra e gli spazzini operano tutto il giorno.

LE FOTO
Ed ecco cosa mancava… Non le trovavo più! Per fortuna ecco qui alcune suggestive vedute della city!

Advertisements

10 pensieri su “Guida low-cost alla visita di Londra

  1. cristiana ha detto:

    grazie,
    credo che le tue indicazioni mi saranno molto utuli, le stamperoe portero con me quando andro’ con mio figlio in agosto!!
    saluti cristiana

  2. CLAUDIA ha detto:

    GRAZIE….SPERO DI PASSARE 4 BEI GIORNI A LONDRA DAL 20 AL 24 APRILE 08.
    PER ORA MI TUFFO NELLA RICERCA DI VOLO E ALBERGO CIAO

  3. enzo ha detto:

    NOI ANDREMO DAL 1 AL 5 MAGGIO A LONDRA ED ABBIAMO PRENOTATO PROPRIO ALL’HOTEL “GREEN COURT….” VORREMMO SAPERE DA QUALCUNO CHE SIA ANDATO LI, SE L’ALBERO E’ BUONO O MENO E SE LA ZONA DOVE E’ UBICATO E’ CENTRALE.
    FATEMI SAPERE.

  4. roby ha detto:

    Ragazzi visto che siete “ferrati” in materia, dovrei andare a Londra per giugno, Io mia moglie e le mie due piccole bimbe, avete mica qualche indicazione per dove andare a dormire. Grazie 1000

  5. renato ha detto:

    Le notizie sono molto utili ma….
    com’è Londra? cosa conviene e cosa non conviene vedere? E’ veramente sta meraviglia descritta nei depliants ?
    Dovrei andarci a marzo, porterò le mie impressoni ringraziando per le informazioni avute.
    Ciao Renato

  6. Mauro Schievano ha detto:

    Londra vale sicuramente la pena, almeno una volta nella vita.

    Bisogna prenderla pensando di avere 18 anni: è bello tutto, va bene anche il cibo….

    Si respira comunque un’aria particolare e vale la pena di provare.

    Da vedere c’è di tutto, dipende cosa ti piace. Io sono appassionato di musei ma mi hanno molto colpito i parchi con gli scoiattoli che correvano liberi.

    Buon viaggio!
    Mauro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...